Decalogo della convivenza.....

.....O meglio....DECALOGO DELLA SOPRAVVIVENZA ALLA CONVIVENZA

Lungi da me voler insegnare qualcosa a chi di vita in due ne sa moooolto più di me però mi piace l'idea di mettervi a parte delle mie regolette (più che altro stratagemmi) per sopravvivere alla convivenza con il Felino, senza dover litigare ogni santo giorno e di conseguenza rovinarmi il fegato o minare per sempre il mio equilibrio mentale già poco stabile:
  1. Osservo attentemante la sua espressione ogni qual volta ci ritroviamo a casa dopo il lavoro per vagliare quale possa essere il suo umore e regolarmi di conseguenza
  2. Se dopo la valutazione di quanto sopra mi accorgo che è sul piede di guerra causa nervosismo e si guarda intorno col puro intento di trovare qualcosa da rimproverarmi faccio finta di nulla e anche nel momento in cui comincia a blaterare faccio finta di non sentire o che lui stia parlando una lingua completamente sconosciuta alla qui presente Merendina
  3. Preparo il suo dolce preferito al solo scopo da non fargli notare che quello che gli serve proprio il giorno dopo non è stirato e pronto (e neanche lontanamente lavato)
  4. Quando mi accusa di aver lasciato andare a male in frigo una qualsiasi cosa gli faccio presente che gliel'avevo detto che l'avevo presa e/o aperta e che era da mangiare ma lui come suo solito non mi ascolta quando parlo: questo vale per qualsiasi cosa mi sia dimenticata di dirgli, siccome è vero che lui la maggior parte delle volte non mi ascolta quando parlo potrebbe essere benissimo successo veramente e non potrà che zittirsi (Terry ti ricordi no il mio consiglio tempo fa??)
  5. Dato che, come si può ben capire dal punto 4, il mio amore odia dover buttare la roba da mangiare perchè scaduta ed ogni volta ne fa una tragedia neanche vivessimo in tempo di guerra appena mi accorgo che qualcosa è da buttare lo nascondo ben bene in fondo al frigo e alla prima occasione che porto fuori l'umido io o lui è al lavoro oplalà va a finire nel cestino senza farmene accorgere.
  6. Nel caso mi capiti di rompere qualcosa in casa, o di scheggiare o strisciare qualcosa ho imparato a non dirglielo subito (sempre che non sia una cosa che serve a lui spesso) ma cerco di tenerlo per me. Nel momento in cui se ne accorge rispondo candidamente "ma Aaaaaaamoooooreeeeee è una vita che è rotto sai quello.....non so come sia successo....mahhh"
  7. Non parcheggio MAIIIIII MAIIIII MAIIIIII la macchina del Felino quando lui è presente, specie in garage. Ora che è infortunato e mi tocca scarozzarlo con la sua auto lo mando via appena scende dicendogli di andare avanti intanto che lui è lento. Io a far manovre con lui che mi guarda con quell'aria torva come se stessi commettendo un omicidio proprio non ce la faccio, chè se non vado dentro con una manovra sola come fa lui e chi lo sente!!!
  8. Non faccio mai storie per il telecomando, trovo inutile litigare per un programma televisivo anche se mi manca un pochino essere la reginetta del telecomando come quando abitavo con mia mamma. Ora è lui che "comanda" ma l'importante è che ho messo dei paletti su programmi ai quali non voglio e non posso rinunciare tipo GF e su quello non transigo cascasse il mondo. Per il resto guardasse quello che vuole io ricamo, leggo e a volte mi basta stare vicini vicini sul divano con lui che mi coccola.....
  9. Nei periodi più rigidi vado a letto coi calzini, visto e considerato che quando è tanto freddo lui si rifiuta di scaldare le mie estremità ed io mi vedo costretta a patire le pene dell'inferno resto coi calzini checchè se ne dica, anche se le mie manine adorate ridendo e scherzando riesco sempre a rifilargliele volente o nolente e che si adattasse!!! Sennò a cosa mi serve a letto????
  10. Ultimo punto e non ultimo cerco di dare un colpo alla botte ed un colpo al cerchio come si suol dire, non sempre sto zitta ma neanche sempre parlo, ci sono a volte cose che non mi vanno bene, che mi fanno innervosire di lui però non sempre gliele faccio presente perchè penso che anche per lui sia la stessa cosa. Lui è un pochino più intrasigente di me e spesso non me le fa passare liscie ma se dovessi cominciare a rompergli l'anima per ogni minima cosa non sarebbe mai finita. Reputo che sia una persona intelligente e molto spesso si rende conto da solo quando esagera e vedo che dopo si fa perdonare per cui credo di aver trovato un buon equilibrio. Spesso lo lascio dire, capisco che ha bisogno solo di sfogare e lo lascio blaterare, nel momento in cui faccio l'indifferente ci perde gusto e una volta sfogato torna sereno.....
Anche questo è Amare per la Mere!!!!

BUON WEEK-END A TUTTIIIIIIIIIIII

12 commenti:

  1. La regola più aurea è quella del punto numero QUATTRO....!!!!!!!!!!!!!

    Scherzo ovviamente!!!!!
    mi sembra un bel vademecum!!!

    Baci Baci Baci

    RispondiElimina
  2. Concordo in pieno con la 5 ma anche le altre non sono male!!!

    RispondiElimina
  3. concordo su tutto alla fine bisogna essere accondiscendenti ed avere molta pazienza!buon week stellina!

    RispondiElimina
  4. io invece quando devo buttare qualcosa che lui non vuole (di qualsiasi genere) la metto sopra di tutto così quando apre il cestino la vede ahahahah!!! e cmq io odio buttare il cibo, mi da proprio fastidio..che sia comprato o dell'orto dei nonni, infatti di "fresco" compriamo poco ovvero solo quando sappiamo che nel giro di 2-3 lo mangeremo.. All'inizio però che dovevamo ancora equilibrarci, mamma mia quanti sprechi!

    RispondiElimina
  5. anche il mio amore odia quando faccio scadere il cibo e a esser sincera da fastidio anche a me...ma è lui che lo vede e lo butta(le immondizie,anche se la ns convivenza è fatta in due case,le butta lui:p)e io gli lascio dire quel che deve dire senza rispondere,funziona:-)sul telecomando,essendo che tutte le sere lui è allenamento,quando torna alle 10 lo aspetto x mamgiare quindi mangiamo parliamo poi doccia e ninne..qndo torna alle 11 se vedo la tv decido io,dato che nn c'è:-),ma a dirla tutta di tv ne vediamo poca...sopporto la formula uno e il moto gp,qndo siamo a casa,e mi metto a leggere-stare al pc,ricevere le coccole...sulle cose da preparare-lavare etc..abbiamo una gestione strana essendo una convivenza nn convivenza...io lavo a casa mia,anche le sue cose,lui a casa sua,anche le mie cose..però in generale sui mestieri,preparazione pranzi-cene,spesa facciamo un pò x uno..chi ha tempo lo fa anche x l'altro..e quindi ne io ne lui abbiamo nulla da dire,io la macchina del mio amore nn la guido,dato che è una sportiva da 220cavalli,rigida,con poco sterzo etcetc...e cmq in garage io nn ci metto manco la mia,ma fa lui x entrambi:-)sul tacere sulle cose che danno noia ammetto di essere una rompiballe e lui un precisino ma ci regoliamo a vicenda..lui sopporta qllo io sopporto qsto...

    RispondiElimina
  6. @Mammissima: eh lo so che è la tua preferita!!! ESIGO che tu la segua alla lettera ahahahaha!!!

    RispondiElimina
  7. @geng: purtroppo a mali estremi estremi rimedi....non ci tengo a prendermi il botulino per finire per forza la roba da mangiare ahahahah

    RispondiElimina
  8. @mika: ma te sei una perfidona!!! ahahahah :)) cerchi rogna eh??!!! no dai.....diciamo che non è che io sia contenta di buttare la roba da mangiare, soprattutto quella dell'orto che è buonissima ma a volte i suoi ci rimpinzano talmente tanto che è UMANAMENTE impossibile mangiare tutto e se non porti a casa si offendono. Non posso mica scoppiare per mangiare due chili di verze sinceramente...e per quello che compro 99/100 è la roba che compro per lui e che mangia solo lui che va a male perchè magari non mi ascolta quando gli dico che l'ho comprata e se ne dimentica...per poi arrabbiarsi se non è andata mangiata....fai te....

    RispondiElimina
  9. @viola: si diciamo che bisogna trovare un equilibrio, non stare sempre zitti ma neanche rompersi l'anima per ogni cosa secondo me altrimenti non vivi più....

    RispondiElimina
  10. @Carrie: avete trovato un equilibrio vostro e questo è l'importante. Mi sembra che vi dividiate equamente le cose ed è molto bello, soprattutto raro da quello che sento in giro. Io mi rendo conto che in casa faccio molto di più però è pur vero che lui si danna col lavoro ed ha meno tempo di quello che ho io. Quando può mi aiuta, mi prepara il pranzo quasi ogni giorno, anche ora che è a casa in convalescenza dall'intervento, pur non potendo appoggiare il piede a terra mi prepara da mangiare e fa quello che può. La sua auto ora sono "costretta" a guidarla e non ti dico che nervosi non vedo l'ora che se la possa guidare lui per carità ahahahahaah!!!

    RispondiElimina
  11. Aaaaah... voto per la regola n. 4. Io ieri ho detto a Dr j che il NON ascoltarmi quando parlo è motivo di divorzio!!!

    RispondiElimina
  12. si abbastanza equamente..lavorativam parlando siamo pari..nel senso che entrambi lavoriamo tr e tr ore...e quindi ognuno fa le cose che,in base agli orari,può fare...

    RispondiElimina

E voi cosa ne dite?