Ah Marrria Vergine!!!!!

Come si suol dire dalle mie parti.......
Avevo scritto un post che reputavo carino, con un sondaggino sullo stile Mammamatta (vedi Terry come mi ispiri sempre??), pensando ne venisse fuori qualcosa di simpatico, qualche abitudine strana e che mi ritrovo? Il casotto in casa!!!!!
Torno in casa mia dopo ore che non riuscivo a connettermi, e qui mi scuso con tutte perchè non è che ho voluto farmi i cavolacci miei senza intromettermi e lasciarvi a scannare è che proprio non mi lasciava entrare in blogger col login......Insomma dicevo, entro dopo ore, dopo che sono riuscita a leggere i post delle altre e per curiosità entro nel mio blog pensando che i commenti non fossero saliti, di solito restano lì ad un certo punto....e vedo 92 commenti.....mi son detta blogger ha invertito i numeri....ed invece.....
Il putiferio....la qualunque....parole pesanti e commenti che francamente avrei preferito non leggere.
Vi premetto che una cosa del genere in casa mia non piace, non trovo nessun confronto costruttivo nell'offendersi  a vicenda in questa maniera.
Quando Carrie ha fatto quel commento su Viola le avevo chiesto di non esagerare.....ma al solito è come dire ad un bambino di non toccare un gioco......
Carrie mi dispiace ma come al solito sei trascesa e francamente mi ha dato un fastidio bestiale!!!
Però devo dire che anche voi ragazze dare corda ad una cosa del genere, sappiamo tutte com'è fatta Carrie, sappiamo che trascende....ma perchè andare a continuare??? E' come darle ossigeno.....io capisco che vi sentiate punte sul vivo, che vi sentiate giudicate da chi sembra voglia insegnarvi a vivere però obbiettivamente non ne vale davvero la pena, vi rovinate il fegato solo voi mentre a lei date il modo per usare parole pesanti.

Carrie c'è un commento che voglio riportare qui prima che tu lo cancelli, in modo che resti per sempre impresso
"IO VOLEVO MI DESTE LEZIONI DI ECONOMIA DOMESTICA..IMMAGINO LE VS CASE TUTTE LINDE CON VOI SEMPRE PEZZOTTA IN MANO CHE NN TROMBATE NEMMENO..CHE PRIMA IL DOVERE!scommetto che avete le case pulite ordinate come noi tutte che andiamo a letto cn i ns fidanzati...ps viola però vedi..se andassi + spesso a letto cn il tuo lui,forse saresti meno acida^_^"
Questa è cattiveria.....sei arrivata al culmine qui......annullando quello che di buono potevi aver detto in precedenza.
Perchè alla fine dei conti io non reputo che tu dica sempre cose sbagliate ma le dici in questa maniera, con termini così forti e con l'intendo di ferire che ti mangi fuori tutto in 5 secondi.
Anch'io ho detto a Viola che a volte bisognerebbe anche fregarsene e lasciare lì perchè certi momenti nessuno te li dà indietro poi, ma anche che la capisco perchè è successo anche a me, finchè non ho visto che mio moroso poteva lasciarci le penne nel giro di 2 secondi eppoi....a cosa avrei pensato? ai miei piatti puliti, al bagno senza una goccia di calcare??? no certo.....eppure a volte siamo presi dalla nostra vita e cerchiamo di barcamenarci in modo da fare tutto....spesso non ce la facciamo....siamo esseri umani.
Viola te lo dico col cuore in mano, io non volevo proprio offenderti in nessuna maniera.
Anche ad anonimo lo dico (mi piacerebbe sapere il tuo nome ma non ti palesi per cui devo chiamarti così), io non penso proprio che bisogna lasciare tutto lì, è logico abbiamo delle responsabilità e c'è da fare, io non mi gratto il fiocco tutto il dì ma cerco di approfittare dei momenti....secondo te....quando c'è Piccola Peste con noi che dovrei fare se mi chiede di giocare a carte dopo mangiato? Dirgli no bambino caro devo fare i piatti? Mi dispiace ma un domani non si ricorderà del lavello sempre sgombro ma si ricorderà se non ho giocato con lui....e magari un giorno non me lo chiederà più.....sono momenti preziosi ed io non li voglio perdere.
Ma non mi permetto di giudicare la vita degli altri, sono sicura che ognuno a SUO modo trova i SUOI momenti.....solo delle volte non capisco chi si lamenta di non passare abbastanza tempo con l'Amore eppoi ha i pavimenti che ci puoi mangiare sopra. Ma è un MIO modo di vedere le cose ed ognuno secondo me fa quel che può.
Francybis e altre approfittate pure di casa mia per scambiarvi mail ecc, qui potete fare quello che volete, a tutte dico solo di non usare termini pesanti perchè non mi piacciono, non mi appartengono, mi fanno davvero stare male.....chiamatemi ipocrita ma non vedo nulla di costruttivo in tutto ciò....che abbiamo ottenuto da questa baraonda? Persone più amiche di prima? Non mi pare proprio....solo persone più tristi ed amareggiate.....

L'ora della nanna.....

Quando si divide la propria vita con un'altra persona il momento più intimo della giornata è l'ora di andare a nanna. Io ne sono convinta.
E non sto pensando, maliziosette che non siete altro, al fatto che quando si va a nanna magari si fanno le cosacce ma proprio proprio per quel momento in cui ci si addormenta.
Sto pensando al momento in cui si chiudono gli occhietti sul mondo, in cui si dice buonanotte e ci si abbandona.
Ognuno ha i suoi riti nel momento della nanna, chi si abbraccia stretto, chi si respira il collo, chi si dà la mano. C'è chi chiacchiera finchè gli occhi si chiudono, chi non può fare a meno di una parola o di un gesto prima di dormire.
Io ed il Felino per esempio di solito ci diamo la manina, oppure io lo prendo a braccetto, come se stessimo per andare a fare due passi per intenderci, e gli metto una gamba sopra le sue. Oppure stiamo abbracciati per un po' ma in ogni caso ad un certo punto ci diamo il bacio della buonanotte e ci giriamo la schiena perchè abbiamo lati diversi per "prendere sonno", e allora in quel mentre ci strofiniamo i culetti e ridiamo un po'.
Quando torniamo dalle serate passate ognuno con i propri amici ci raccontiamo la serata sul letto, ci facciamo delle gran risate noi a letto.
Penso ai genitori che finalmente sdraiati a letto prima della nanna trovano un po' di pace per raccontarsi un po', magari per parlare dei figli, dei progressi e delle marachelle. Penso alle loro teste vicine, penso che si danno la buonanotte eppoi l'ultimo pensiero è per i cuccioli. Penso a quando si litiga e non si riesce a fare la pace del tutto, penso alle volte che ho pianto piano per non farmi sentire, quando mio padre mi ha deluso, penso al Felino che mi sentiva comunque e magari mi abbracciava.
Credo che quel piccolo momento prima di fare la nanna sia il più vero, è difficile mentire in quel momento. In quel momento veniamo fuori noi, cala la maschera che portiamo tutto il giorno e in uno sguardo siamo davvero noi.
E voi? Come lo vivete il momento della nanna? Che riti avete? Okkey non voglio sapere ogni cosa più intima eh......solo qualche gesto particolare ecco......Siete di quelle che vanno a letto sempre prima o dopo il compagno/marito/amante/amico? O fate in modo di andare sempre a letto nello stesso medesimo momento???

Dichiarazione d'intenti........

Venerdì sera, ora della nanna, il Felino sta chiacchierando con Piccola Peste prima di dormire:

Felino: .....e così domani andiamo a mangiare a casa dei nonni, nel pomeriggio andiamo a Casadeisogni che cìè da svuotare tutto prima che comincino i lavori
Piccola Peste: ahhh ma daiiiii ma a me piaceva così tanto la casa com'era
F: ehhhhhhh vedrai che bella diventa dopo, grande, con una cucina grande, il salotto, TRE camere ecc
PP: ma perchè tre camere papi????

attimo di silenzio......il cuore di Mere si ferma un attimo......

F: ehhhhh perchè se arriva un fratellino dove lo mettiamo???? Fino a due / tre anni può dormire in camera con noi sul suo lettino.....ma poi ha bisogno di una camera anche lui

Mere sta volando a due metri da terra intanto.......

PP: ahhhh bè.....sai che facciamo? Lui dorme in camera mia........ed io con voi due!!!!!

Aaaaaappposto siamo!!!!!! Poi Piccola Peste ha detto di stare scherzando!!! E comunque il Felino ha dato la risposta giusta......per fortuna sua eheheheheh

Il giorno dopo parlando con suocero, finchè stavamo ammirando quella che un domani sarà la nostra camera matrimoniale

Suocero: eh ma insomma, hanno detto tutti che siete matti a non fare il bagno in camera, e a cosa vi serve la cabina armadio, ehhh avete una camera in più......bla bla bla
Felino: si vabbè ma posto ci serve.....
S: si vabbè c'è la camera di Piccola Peste, l'altra potete usarla per un bel armadio....bla bla bla
F (spazientito dall'insistenza): ohhhh ma insomma se ne arriva un altro che facciamo? La mettiamo fuori dalla finestra la sua roba da vestire??? ufffffffff

Mere continua a volare a due metri da terra!!!!

Insomma..........la dichiarazione di intenti è stata fatta, l'intenzione c'è tutto, resta solo da stabilire il quando......Mere felice!!!!

Gossip su gossip

Altro che Clooney - Canalis, altro che Will - Kate.....al condominiodeimatti ci sono i gossip con la G maiuscola!!!! Wisteria Lane ci fa un baffo a noi altrochè!!!!
Ieri sera c'era riunione di condominio per valutare alcuni preventivi, riunione a cui non ho potuto partecipare perchè avevo già un impegno (per un gelatino) con Amicafession. Ero curiosa di sentire se durante la riunione si sarebbe fatto accenno alla mega merolata successa l'altra notte, ma ormai avevo dato la mia parola e così ho lasciato che andasse solo il Felino dicendogli di tenere bene le orecchie aperte!!!! Invece proprio grazie all'uscita con Amicafession sono riuscita a mettere degli ulteriori tasselli al complicato mosaico della situazione Zampogna-Sposetto.
Ebbene ho potuto scoprire ieri sera il perchè la famiglia di Sposetto non può vedere in alcun modo Zampogna, ho scoperto come mai si fanno vedere dal figlio solo quando lei non c'è e la evitano come la peste.
Premetto che Amicafession e Sposetto sono dello stesso paese ed ho saputo ieri che sono anche parenti, le mamme sono cugine, non so di che grado, e quindi di famiglia, anche se loro due non si sono mai frequentati troppo.
Amicafession mi ha detto che l'aveva incontrato appena la fidanzata che aveva prima lo aveva mollato dopo neanche un mese e mezzo di convivenza e lui in quella occasione si era confessato pur non avendo grande confidenza con Amicafession.
Quando poi lei è andata a marzo / aprile a fare delle lampade dalla sorella di lui le ha chiesto come stesse il fratello.
La sorella disse che non era stato benissimo e che ora aveva una nuova fidanzata (Zampogna) e, nel contesto per dirle che in fin dei conti era passato dalla padella alla brace e che questa piaceva alla famiglia ancora meno dell'altra, le ha raccontato una cosa che lì per lì Amicafession aveva trovato strana.
Sembrerebbe infatti che nel momento in cui Sposetto aveva scoperto di avere un tumore da dover operare non abbia detto niente alla sua famiglia. E' arrivato addirittura ad essere ricoverato ed operato senza far sapere nulla nè ai genitori (con cui ha sempre avuto buonissimi rapporti eh che non pensiate che fossero in rottura) nè alla sorella. Nemmeno Zampogna si è degnata di fare alcuna telefonata solo che.....la cretina.....ha messo le foto di Sposetto in ospedale, nel letto ricoverato, su Facebook!!!!!!
Cioè.....non so se vi rendete conto della stronzata colossale.....in un momento così delicato, lui non avvisa la famiglia (già la cosa mi è assolutamente incomprensibile ma oh....può darsi che non volesse farli preoccupare o chissà) e tu....carogna...ti permetti di mettere le sue foto su face sapendo che magari la sorella va a vedere??? E così l'hanno saputo in questo modo che il figlio / fratello rischiava la vita.....
Ora capisco i litigi appena ritornato dall'ospedale, ora  ci stiamo rendendo conto che la situazione è moooolto peggio di quello che ci immaginavamo. Lui è succube di questa cretina, secondo me siamo difronte a molestie domestiche da donna a uomo stavolta. Lui è l'ombra di sè stesso, in primis per la malattia che logicamente lo ha debilitato, ma io credo che molto dipenda anche da lei.
Ora voglio condividere una cosa con voi, una cosa che a me ha fatto venire la pelle d'oca e non sono capace di togliermi dalla testa.....una nostra vicina di casa che abita ad una parete da loro e che sente tutte le loro liti ha riferito che un giorno lei era arrabbiata (ma va'??!!) e che gli ha urlato che "se i dottori ti hanno aperto la testa da una parte io te l'apro dall'altra".....vi rendete conto della gravità della cosa???
Ieri sera lui si è presentato alla riunione solo alla fine, quando avevano già parlato dei preventivi per i lavori di manutenzione che devono essere fatti e lui si è avvicinato ad uno dei condomini (quello che di solito prende un po' in mano le situazioni insieme al Felino) sussurrando, anzi meglio sarebbe dire ciancicando da quello che mi ha riferito la mia spia sul posto, che lui non fa queste spese perchè "hanno trovato la bestia anche alla morosa eh eh, ora ce l'abbiamo tutti e due eh eh, la bestia eh eh e quindi pensiamo di vendere l'appartamento".
Ora io lo so che non riesco a rendere l'idea di come lui lo abbia detto ma vi garantisco che sono rimasti tutti a guardare con la bocca aperta, sembrava una situazione irreale, Sposetto che sta testa bassa tutto il (poco) tempo che è rimasto lì, si avvicina, sgancia sta bomba col sorrisino sulla bocca come se stesse dicendo "ho appena bevuto un'aranciata mmmh che buona" eppoi se ne va.....
Io personalmente credo che debbano smetterla di prendere sostanze psiscotrope.....a parte questo sarò malpensante ma io non ci credo neanche tanto a sta storia guarda un po' te.....che non sia come le 4 ernie che ha e riesce a mettere i tacchi 12......
E dopo che vi ho regalato questa chicca BUON WEEK-END A TUTTI!!!! Godetevi la vostra storia d'amore chi ce l'ha e consolatevi che per quanto in crisi possiate essere non riuscirete mai a battere Zampogna e Sposetto......GARANTITO!!!!

A ruota libera

Stamattina ho voglia di scrivere, solo che non so di cosa. Non ho un argomento di cui ho voglia di parlare, ho solo voglia di scrivere. Lascio scorrere le mani sulla tastiera e vediamo cosa ne viene fuori, voi cliccate pure la ics là in cima a destra, non fate caso ai miei deliri!!!!
Un grido ha squarciato la notte nel condominio dei matti (fa molto libro giallo vero??) anche se in realtà Mere e Felino erano ancora svegli e si stavano preparando per andare a fare la nanna. Zampogna e Sposetto hanno litigato, per l'ennesima volta, per l'ennesima volta con urla da manicomio, per l'ennesima volta nel cuore della notte. Io penso che quei due non ci stanno proprio coi sentimenti, una merolata dietro l'altra, la scena è sempre la stessa: lei urla e strepita, piange e urla, lui la insegue, lei minaccia di andare via per sempre, lui la insegue, lei prende la sua trappola di macchina e fa per fuggire ma lui la ferma. E avanti così. Loro poi fanno pace ed escono manina nella manina mentre il resto dei condomini si è rotto altamente i cocchi. Perchè siamo gente tranquilla, che si farebbe volentieri i fatti propri, se non fosse che loro ti rendono partecipi di tutti i loro casini. Che poi....dico io.....ma cosa avrà mai fatto di così grave sto povero cristo perchè lei si arrabbi così tanto.....è convalescente dopo che gli hanno tolto la "bestia", è a casa dal lavoro, si arrangia in casa ed è sempre lì che fa bucati (io non so in 2 quanto mai possano sporcare questi che fanno 4 lavatrici al giorno.....secondo me fanno i panni per arrotondare lo stipendio), oltretutto non si muove di casa se non con lei......mistero!!!!
Fatto sta che noi ce la ridiamo, perchè obiettivamente sono scene che hanno dell'assurdo.....però a ben pensarci spesso sentiamo fatti di cronaca che ci sembrano così distanti perchè li leggiamo sui giornali, ma poi alla fin fine è proprio così che nascono.....e attendiamo da un giorno all'altro di sentir suonare una sirena sotto casa nostra.....
Tanto per restare in tema di fatti di cronaca, da qualche settimana a sta parte al mercoledì sera guardiamo la trasmissione Invincibili su Italia 1, ci piace molto, sono storie vere, di persone normali che si sono ritrovate a dover affrontare cose più grandi di loro e che ce l'hanno fatta, grazie alla forza di volontà, sono andati oltre alla disgrazia successa.
La storia che mi ha colpita di più ieri sera è stata l'ultima presentata, la storia di questa ragazza massacrata dall'ex marito (col quale aveva mantenuto buoni rapporti nonostante si fossero separati da un anno, lui aveva un'altra, non avevano figli per i quali accapigliarsi), lui era ancora ossessionato da lei, una mattina si è presentato a casa sua (come aveva fatto altre volte) con dei pasticcini, hanno fatto colazione insieme poi lui l'ha massacrata di botte con un bastone, ha tentato di soffocarla e dulcis in fundo l'ha chiusa in un sacco per vestiti e l'ha buttata in un cassonetto dall'altra parte della città. Lei è riuscita a raccogliere tutte le forze che aveva nei momenti di lucidità e a gridare forte. Un ragazzo l'ha sentita e così si è salvata.......
Io mi chiedo davvero come sia possibile arrivare a tanto? Come sia possibile che chi dice di amarti possa fare una cosa del genere, oltretutto premeditata, si era portato il bastone da casa con una scusa, il sacco dove chiuderla, ha eliminato i resti della colazione perchè non risalissero a lui, ha cominciato a telefonare a destra e a manca dicendo di essere preoccupato per lei perchè non riusciva a rintracciarla.
E questo essere ignobile tra poco potrebbe essere fuori dal carcere, lei potrebbe ritrovarselo davanti facendo la spesa, lei che si è attaccata alla vita con tutte le sue forze. Mi viene ancora la pelle d'oca se penso a questa donna, confesso che finchè parlava mi è scesa la lacrima, questa donna che ha detto che si sentiva in pace, che avrebbe anche potuto andare volendo, solo che ad un certo punto ha pensato ad un figlio che non avrebbe conosciuto mai ed ha lottato con tutta se stessa, come ha detto lei se l'è proprio meritata questa cazzo di vita!!!!
Mi fa paura questo mondo dove succedono cose così, è banale quello che dico lo so, dove tutto può cambiare in un attimo, dove la stessa persona che ora ti sorride e ti abbraccia la mattina potrebbe essere il tuo carnefice di domani.
Altra storia che mi ha colpito è quella di tre amiche blogger, che hanno fondato un sito che si chiama http://www.oltreilcancro.it/ fatto di tanti blog di persone che sono o sono state ammalate di cancro. Proprio come sappiamo bene perchè abbiamo un blog anche noi, loro parlano della loro vita, del prima, dopo e durante la malattia, di quello che sentono. E' stato bello avere per l'ennesima volta la conferma che questo pazzo mondoblog, questo posto virtuale che tanto virtuale non è, riesce dare così tanto. Internet è pieno di cavolate, a volte cela brutte persone che vogliono solo fare del male, ma c'è tantissimo di buono, dà modo a persone che non avrebbero mai potuto incontrarsi di scambiarsi opinioni, sogni, dubbi, gioie e delusioni.
Mi sono sentita partecipe di questa storia, ho pensato a tutte voi, voi che mi leggete, voi che a volte commentate, a voi che leggo ogni giorno. Spesso non si dice GRAZIE, grazie perchè alle volte mi avete dato spunti di riflessione, grazie per quando mi date una parola buona, grazie per le volte che sono triste e leggendo i vostri blog trovo un sorriso, grazie per le volte che sono felice e lo condivido con voi e voi gioite con me, grazie per esserci!!!!!!

Outing.......elettronico!!!!!

Ho aspettato e aspettato, ho valutato e voluto vedere se era proprio vero, se questa novità avrebbe portato grossi scompensi prima di mettervene a parte. Ho voluto proprio assodare che effettivamente si, mi ero sbagliata a non volerla prima, volevo essere sicura che non mi sarei pentita......
Lo so lo so che vi sto facendo morire dalla curiosità.....so che qualcuno di voi sta già guardando se vede il ticker con pupi e cicogne.....so che non potete più resistere per sapere di cosa sto parlando....
Ebbene.....faccio outing una volta per tutte........ecco.....siore e siori......nel regno dorato Mere-Felino......

C'E' LA TIVVU' IN CAMERAAAAAAAAAAA

Okkey okkey......alla maggior parte delle persone questa potrà sembrare una cazzata bestiale eppure......voi non avete idea di che scoglio io abbia dovuto superare prima di accettarla facente parte dell'arredo e per non vederla come un mostro da eliminare all'istante.
Dovete sapere che io sono sempre stata contraria a questa cosa e l'ho sempre vista come la peste bubbonica. Sono sempre stata intransigente e non sapete che violenza ho dovuto fare su me stessa per decidermi ad ammettere che effettivamente così male non è e che alla fin fine pure lei ci sta.
Quando il Felino si è fratturato ed è stato ricoverato sono andata di corsa a prendergli un piccolo tivvù da tenere in camera all'ospedale (soprattutto perchè aveva in mente la partita di calcio off course).
Una volta tornato a casa era impossibilitato ad alzarsi dal letto, così l'abbiamo messa in camera in modo che potesse guardarsela durante il giorno.
Io sono stata chiara, oserei dire minacciosa "questa tivvù esce da qua non appena stai bene, non ho nessuna intenzione di averla sempre qui dentro, questa è la sala giochi ed in camera si deve fare tutto fuorchè guardare la tivvù".
Passa il tempo passa e la tivvù è rimasta sempre al suo posto, quasi sempre spenta oltretutto, la sala giochi è rimasta tale, tante belle dormite e lei lì a vegliare su di noi.
Da 8 mesi a sta parte devo dire che sono state rare le volte che l'abbiamo accesa prima di dormire, sono state rare le volte che abbiamo passato serate separate (si perchè oltretutto questa era la mia grande paura: che avendo gusti diversi il Felino ed io avremmo finito per stare uno in una stanza e uno in un'altra tutte le sere). Abbiamo fatto la nostra vita normale insomma.....ed io ho cominciato a vederla non più come una peste ma il più delle volte come una salvatrice, una MIA salvatrice.
Mi ha salvato da alcuni sabati sera di calcio sfegatato, mi ha salvato qualche domenica pomeriggio in cui dovevo stirare e gli uomini (leggi Felino e Piccola Peste) giocavano a play-station ed io mi sarei dovuta sorbire, tra una federa ed un paio di jeans, tutti gniun gniun della formula uno.
In camera c'è una bellissima luce per ricamare, posso distendere le zampette e ricamare con la tivvù accesa, spaparanzando fili, schemi e tessuti su tutto il letto......
E così l'ho rivalutata, ho fatto un inchino ed ho ceduto il passo a questa novità......la condivido con voi questa cosa, che a molti sembrerà stupida ma per me tornare sui miei passi e sulle mie convinzioni non è mai una passeggiata.
La cosa che conta di più è comunque che la bestiaccia tivvù non influisca sulla sala giochi......
E voi? Voi ce l'avete la tivvù in camera? Come la vivete? La volevate voi o più il vostro compagno/marito/amante?

Che giorno è?? OggiAMO!!!!

C'è un blog che seguo sempre, che riesce a farmi commuovere con le sue conchiglie, Nina riesce a far aprire le persone, a fare in modo che si raccontino. Sa accogliere nella sua spiaggia chiunque abbia voglia di condividere la propria storia. Ho deciso di partecipare ad OggiAMO.....non ci sono premi in palio, regole precise da rispettare nè awards da rigirare a tot nomi.....niente di tutto ciò.....solo dire cosa si ama dell'estate, solo esprimere le sensazioni....ed allora

OggiAMO

I capelli sulla pelle nuda, d'estate ho la netta sensazione di quanto siano cresciuti durante l'inverno, li sento sulle spalle, mi accarezzano la pelle, i pomoli delle ginocchia arrossate dal sole, la spalla calda che si appoggia sulla guancia, l'acqua tra le rocce di un ruscello di montagna, i piedi immersi nell'acqua gelida, la luce del sole che filtra tra le foglie degli alberi, guardare gli alberi da sotto, distesi sull'erba. La bici che corre, l'aria sulla faccia, il profumo di gelsomino, i tornanti fatti in moto, dondolare dolcemente tra le colline, le viti colme di grappoli, le pergole di viti col tavolo sotto, le candele alla citronella.
I costumi colorati, la sabbia tra le dita dei piedi, lo spritz guardando il mare di sera, la scala infinita che porta allo scivolo in piscina, il batticuore prima di scendere, paura che il costume scopra tutto durante la discesa. Un panino seduta fuori da una malga, il profumo del formaggio, lo sguardo delle mucche al pascolo. La mozzarella, il colore dei pomodori. Ridere, ridere, ridere ancora, d'estate ho solo voglia di ridere!!!



Un peso sul cuore

Ieri avevo in mente un posto spiritoso, la mattina non ho avuto tempo ed il pomeriggio mi è passata la voglia, a pranzo il Felino mi ha raccontato una cosa che mi ha fatto stare abbastanza male ed è da ieri che ci penso.
Questa cosa riguarda Piccola Peste.
Il piccolo ha finito la scuola ed il Felino già pregustava il fatto di poterlo tenere con se il più possibile.
Finito il lungo inverno fatto non solo di temperature rigide ma anche di rigidi orari, di corse per mangiare veloci perchè poi deve essere a casa tassitamente alle 21.00 ecc
Oltretutto Piccola Peste per volere della Iena (che taaaaaaaanto si preoccupa del benessere del suo bambino, madre esemplare sopra ogni cosaaaaaaa) durante la settimana non può fermarsi a dormire dal padre perchè sennò poverino gli vengono sconvolti i ritmi (faccio presente però che il bimbo dorme solo due volte a settimana con la madre, per il resto a casa della nonna, e neanche a giorni fissi ma si sa solo all'ultimo istante dove andrà "recapitato" il piccolo......e non uso il termine a caso....solo che forse noi e Iena abbiamo idee diverse per quanto riguarda il benessere di un bimbo).
La fine della scuola sembra una liberazione tanta, oltretutto ora il Felino è ancora a casa del lavoro causa gamba per cui non ha problemi coi turni di lavoro ecc.
Fatto sta che invece pare che Piccola Peste sia sempre più restio a fermarsi a dormire a casa nostra e noi sappiamo benissimo il perchè......perchè deve dormire da solo.
Precisiamo che il bimbo non è esattamente da pannolone, ha 10 anni......10 anni!!!! E mi sembra che dormire col lettino in camera nostra sia oltremodo esagerato!!!! Abbiamo fatto tanta fatica e siamo riusciti nell'intento l'estate scorsa, tutto sembrava scorrere liscio, non fosse per il fatto che dall'altra parte tutto fanno fuorchè farlo dormire da solo, mettendolo nella confusione più totale.
Addirittura la nonna va ancora ad addormentarlo!!!!!!!! A 10 anniiiiiiiii io voglio ripeterlo fino allo sfinimento!!!!!! Sento parlare mamma che stanno abituando il figlio ad addormentarsi da solo a 1 anno e mezzo.......qua stiamo parlando di anni 10!!!!!! Tra poco sarà la morosa a doverlo far addormentare!!!!!!
Ma lo vogliono far crescere o no sto bambino??????? Invece che andare avanti sta regredendo......e si vede da parecchie cose, da parecchi comportamenti.
Lo stanno rovinando.......Che poi oltretutto sto ragazzino (perchè dai obbiettivamente anche bambino è superato come termine ormai) quando va a letto e si addormenta dorme come un ghiro fino al mattino!!!!!!
Lo scoglio sta solo nell'andare a letto, e lui non sapendo affrontare questo scoglio (perchè nessuno gli ha dato gli strumenti per affrontare le difficoltà.....se non incontra difficoltà perchè vive sotto una campana di vetro mi spiegate come farà ad imparare ad affrontarle???) preferisce stare dove sa che non dovrà fare sta fatica.
Ieri Iena ha detto al Felino che domenica se lo tiene lei perchè vanno in piscina, okkey.
Il Felino ha detto portamelo venerdì e me lo tengo fino a sabato, Piccola Peste ha detto che preferisce dormire a casa......
Io mi sono fatta un esame di coscienza, mi sono chiesta se abbiamo sbagliato in qualcosa.....se gli abbiamo fatto qualche torto, se IO gli ho fatto qualche torto.
Poi ho pensato a tutte le volte che non andrebbe mai a casa, alle volte che mi salta al collo, agli abbracci, ai baci, a quando mangia di gusto, alle risate e alle coccole e mi son detta che no, non stiamo sbagliando, abbiamo solo intrapreso la strada più difficile, quella che porta a migliori risultati ma che ti obbliga ad ingoiare tanti e tanti rospi......perchè possiamo sembrare i cattivi, lui chissà come la vive, forse dentro di lui lo sa che fa bene il suo papà a fare quello che fa ma per lui è troppo difficile.
A me fa rimanere male questa faccenda, per tanti motivi, in primis perchè vedo il Felino soffrire e rimanerci male, a parimerito mi dispiace per Piccola Peste che si perde sia la possibilità di passare tempo col padre che quella di crescere come persona. Infine dispiace anche per me, a me piace averlo intorno, mi piace averlo in casa. A volte ti fa dannare, delle volte lo sbraneresti ma ti fa fare anche tante risate, riempie la casa ed è bello il tempo che passiamo insieme.
La mia paura più grande sono i ricordi che avrà un domani, si sa che il tempo rielabora i fatti accaduti in maniera diversa.....non vorrei mai che in futuro ricordasse il fatto che non dormiva a casa del padre e non il perchè, che possa anche solo pensare un attimo che fosse perchè il padre o io non volevamo.....Questa cosa mi angoscia giuro.......

Acquisti

Sabato mattina al centro commerciale, oltre che riesumare ex dal passato, ho fatto anche acquisti.
Soprattutto acquisti del genere "visto e piaciuto" senza tanto pensarci su 1) perchè con Piccola Peste/Anima in pena al seguito e difficile soffermarsi chissà quanto tempo a guardare e rimirare 2) perchè comunque quando vedo qualcosa che mi colpisce e soprattutto sotto al prezzo del cartellino c'è scritto COMPRAMI io non so resistere.
Nell'ordine ecco i miei acquisti

- Canotta tecnica per la bici, colore nero, tasche sulla schiena bianche e bordini del colletto e del giro-spalla rosa fuscia
- Ciabattine della Champions rosa in plastica morbida adatte per la piscina, antiscivolo: un vero bijoux
- nr. 1 libro - solo unoooooooo????!!!!!!!! - ebbene si ho resistito - al Mediaworld, era in super offerta e l'ho acciuffato senza neanche quasi leggere la trama.....eccolo
- Da Tezenis due paia di slip da ometto per Piccola Peste e due paia per me, un paio di bianche senza cuciture che in estate vanno alla grande e, udite udite, un paio di mutandine rosse con i pois bianchi nella parte dietro e bianche sul davanti con disegnata una maialina con il tutù......troppo simpatiche, non vedo l'ora di metterle.

E voi? Quali sono gli ultimi acquisti che avete fatto (esclusi pane e latte ovviamente)? Comprate di getto o meditate su ogni acquisto? Se un prodotto vi piace un pochino appena vedete il prezzo bassissimo sul cartellino non ve ne innamorate all'istante?? Su su ragazze ditemi ditemi che sono curiosa......

Un tuffo nel passato

Sottotitolo: Può l'amore di uno bastare per tutti e due?

La risposta è no naturalmente, io l'ho capito sulla mia pelle tanti anni fa, quando avevo un ragazzo che mi adorava, una persona che avrebbe fatto carte false per me, che se glielo avessi chiesto mi avrebbe portato letteralmente la luna in una mano. Eppure ciò non è bastato, il suo amore non è bastato per tutti e due, io non ero innamorata. O meglio ad un certo punto non lo ero più. Vi chiedete come sia possibile? E' possibile!!!! Ero innamorata, felice, ad un certo punto non lo sono stata più. Ho pensato che chissà cosa potevo avere, mi vedevo chiusa e costretta dentro a questo rapporto che mi soffocava (e non perchè lui non mi desse libertà eh), avevo la convinzione che avrei avuto di più dalla vita ed ho troncato.
Sabato mattina al centro commerciale l'ho incontrato e mille pensieri mi sono affiorati alla mente. Io ero con il Felino e Piccola Peste, lui con la sua compagna (o moglie non so), stanno insieme da molti anni, da un annetto dopo che ci siamo lasciati noi e so che è molto gelosa di me......non le do neanche torto visto gli sguardi che mi mandava lui. Non pensate niente di malizioso, ma mi sono resa conto che nei suoi pensieri io sono ancora oggetto dei suoi desideri, io sono ancora la sua adorata. Di me avrà sempre questa immagine, come se mi avesse messa su di un piedistallo. E non lo dico per vantarmi, non ho niente di cui vantarmi, ma la sensazione di essere stata messa su un piedistallo ce l'avevo quando stavamo insieme e l'ho ritrovata pari pari sabato.
Ci siamo scambiati due parole fugaci, ha visto Piccola Peste ed ha pensato che fosse mio figlio, ha tirato un sospiro di sollievo quando gli ho detto che non lo è (d'altronde ha 10 anni, quando lui nasceva noi ci stavamo lasciando, in 10 secondi avrà pensato che l'ho mollato perchè incinta di un altro), a mente fredda mi sono anche resa conto di non avergli chiesto tante cose tipo come stanno i suoi o se lavora ancora nello stesso posto visto che si è trasferito molto lontano ad abitare con la sua fidanzata. Mi sarebbe piaciuto chiedergli se segue ancora la passione che aveva quando stavamo insieme, L'ho visto anche felice tutto sommato, gli ho detto che sono contenta di sapere che sta bene e lui che mi trova sempre uguale, sempre simpatica, sempre io.
Nella vita tutte le scelte che ho fatto sono state valutate o perlomeno fatte di cuore per cui quando vado non mi volto indietro, non sono solita vivere di rimpianti, guardarmi spesso indietro o rimuginare sul passato ma non ho potuto fare a meno di chiedermi come sarebbe stata se non l'avessi lasciato. E' duretta da ammettere ma la storia con lui è l'unica sulla quale ancora oggi ho dei dubbi, a volte mi chiedo se davvero non ero più innamorata quando l'ho lasciato. So per certo che avrebbe fatto l'impossibile per rendermi felice, sono convita che ora sarei sposata ed avrei almeno un paio di bambini. Perchè lui queste cose le voleva, ed io a 25 anni invece avevo solo in mente di mordere la vita, di vivere esperienze, di andare. Forse non ero non innamorata, forse lui non era arrivato nel momento giusto, anzi forse era arrivato nel momento giusto ma  poi ad un certo punto la sua strada continuava diritta e la mia aveva curve e tornanti da fare per portarmi dove sono ora.
Io sono profondamente convinta che ci si innamora della persona anche per il momento in cui la si incontra.
Mi spiego meglio......credo che la stessa persona di cui ci innamoriamo se l'avessimo incontrata in un altro momento della vita non ci avrebbe fatto lo stesso effetto, non ce ne saremo innamorate e forse la storia per motivi xyz sarebbe andata diversamente.
Io credo che se questa persona l'avessi incontrata in un altro momento, quando avevo un'altra maturità sarebbe stata diversa la storia. Magari sarebbe andata male lo stesso chi lo sa, o forse in un rapporto così sarei stata bene. Eppure.....eppure sono quella che sono per quello che ho vissuto, anche per quella storia vissuta così e lasciata andare. Eppoi.....si forse avrei avuto una vita più "facile" più "lineare" avrei fatto tutte le cose in regola, non avrei vissuto l'esperienza di incontrare un padre single, l'entrare in contatto con un bimbo non mio, doverlo curare senza essere la sua mamma e tutte le emozioni che ne conseguono. Non sarei ricca di questi sentimenti se avessi vissuto la vita piatta e regolare che già mi figuravo. A volte bisogna anche tornare indietro ed elaborare le scelte fatte per capire se sono state le migliori. Nell'abbraccio del risveglio di ieri mattina col Felino, nei "massaggi" alle gambe stanche che mi faceva Piccola Peste ieri sera sul divano capisco che non potevo fare scelte migliori. Ho una vita complicata, che a volte mi fa scendere una lacrima, ma non la cambierei con la vita di nessun altro. L'amore del mio ex non bastava per tutti e due al tempo della nostra storia e non basterebbe neanche ora!!!

Venerdìììììì???? Di giààààààà?????

E dov'è andata a finire tutto il resto della settimana?????
Mi è passata così velocemente che ho dovuto fare un attimo mente locale stamattina quando mi sono alzata dal letto per rendermene conto.
Sta settimana sembrava eterna, ma eterna nel senso buono del termine, è la prima settimana che non ho l'impegno in piscina e mi pareva di avere tanto di quel tempo per me che metà bastava. Mi rendo conto come anche solo una sera a settimana scombussoli un po' tutto e non avere quest'impegno mi faccia recuperare così tanto in termini di tempo, tanto che mi chiedo quanto sia il beneficio di fare una cosa che, si mi piace tanto, ma mi costringe a sacrificare qualcos'altro. Il fatto di tornare a casa direttamente alle 21.00, quell'unica volta a settimana, mangiare ed aver già finito la serata mi crea un certo fastidio. Oltretutto devo organizzarmi per fare i lavori di casa in altre serate, incastrando tutto il resto, e se per caso una sera usciamo o abbiamo un impegno sono fregata!!!!
Comunque per farla breve sta settimana mi sono trovata pure una sera finito lavoro a non saper che fare........io???? che di solito arrivo a casa alle 18.30 circa e non mi siedo sul divano fino alle 22.30 circa???!!!
Apprezzo molto questa libertà!!!!
Visto che sta settimana appunto avevo tempo, proprio il tempo (metereologico) ci ha messo lo zampino e così con AmicadelCuore abbiamo dovuto rimandare la passeggiata che avevamo in mente tutta settimana, e mi sa che pure stasera non si mette granchè!!!
Piccola Peste questo week-end è con noi da oggi fino a domenica, speriamo che il tempo ci dia un pochina di tregua, almeno domenica per il giro in bici che abbiamo in mente. Domani pomeriggio Piccola Peste ha un compleanno quindi  non si sarebbe fatto nulla ugualmente, però almeno se non piovesse nel pomeriggio non sarebbe rovinata la festa, organizzata all'aria aperta!!!!
Speriamo dai.....e sennò prenderemo quel che viene tanto si sa no? Il tempo non si è mai sposato per fare quello che vuole!!!!
Se proprio piove io approfitterò per crocettare e, se proprio proprio proprio ho voglia, stirare un po'!!!

BUON WEEK-END A TUTTIIIIII!!!!!

Ps: vi piace il nuovo vestitino????

Se i mari fusse de tocioooo larilalà......

E i monti de poentaaaaaa larilalà........
Che c'entra poco o niente con quello di cui vi voglio parlare ma a me sta canzoncina piace sempre tanto e mi mette allegria.
Soprattutto ogni volta che vado in montagna mi viene in mente, mi fa tanta allegria pensare alle montagne fatte di polenta....
Si perchè oggi vi voglio proprio parlare di montagna, o meglio del mio rapporto con la montagna, del mio amore verso di lei.
Complice un post di Prxt, o meglio una risposta ad un mio commento ho deciso di dedicare un post intero ai miei amati monti.
Premetto che io non ho sempre amato la montagna, anzi a dire il vero per anni ho avuto un odio profondo nei confronti di tutto ciò che era tornanti, escursioni, montagna in genere.
L'unica idea di montagna che accettavo era un bel pic-nic d'estate in un prato verde a prendere il sole. Mi spaparanzavo sul mio bel lettino (GUAIIIIII mettersi a terra sull'erba) e stop.
Pensandoci ora mi sembra quasi impossibile, sembra un'altra vita, io ero un'altra Me.
C'è da dire a mia discolpa che sono stata traumatizzata a 12/13 con un campo scuola a cui mi avevano mandato i miei genitori, convinti di farmi del bene e di aiutarmi a socializzare, io figlia unica.
Purtroppo invece mi sono trovata in mezzo a ragazzini con gli ormoni a palla che si conoscevano tutti tra di loro ed io che non facevo parte del "branco" ero guardata male, ho combattuto per 10 giorni lunghissimi per farmi accettare inutilmente. Quando i miei genitori vennero a trovarmi la domenica tutti felici mi dissero che avrei potuto rimanere altri 10 giorni volendo ed io, che se avessi potuto sarei risalita in macchina alla velocità della luce per tornare a casa il giorno stesso, piantai una luna incredibile minacciando di buttarmi giù per il primo dirupo disponibile pur di non rimanere lì ancora.
A quel tempo non sapevo che sarei sbocciata dopo qualche anno e avrei avuto il mio discreto successo, non sapevo che quegli stessi che mi snobbavano avrebbero cercato di allungare le manacce dopo qualche anno (evvai di rivincita....ma questa è un'altra storia) e vivevo tutto con grande patema.
Tant'è che quell'esperienza avrebbe segnato il mio rapporto con la montagna per gli anni a venire.
Grazie a Dio si cresce, soprattutto si incontrano persone sagge sul proprio cammino, che pian piano ti fanno apprezzare la montagna vissuta come si deve.
Non non è stato il Felino a farmi innamorare follemente oltre che di lui anche della montagna, no.
Il mio è stato un percorso lungo, durato anni e anni, fatto di piccoli passi, uno in fila all'altro, proprio come quelli che ti portano in cima alla vetta.
Amo così tanto la montagna, soprattutto camminare in montagna, perchè secondo me la montagna è una grande metafora della vita. Camminare in montagna mi aiuta nelle riflessioni, lo sforzo fisico fa scendere il sangue dalla testa ai muscoli delle gambe e la testa è più leggera, libera di vagare, libera di pensare.
Io ed il Felino quando camminiamo in montagna a volte stiamo zitti, ascoltiamo noi stessi e la natura intorno a noi. Ognuno ha il suo passo specie in salita e non è necessario parlare a tutti i costi, questo mi piace molto di noi, non abbiamo bisogno di riempire gli spazi con le chiacchiere per dire che siamo stati bene insieme.
La salita spesso mi fa pensare a come anche nella vita per raggiungere la meta bisogna faticare, bisogna essere costanti, non voler strafare e continuare a salire e salire. Eppoi penso anche alle volte che sia in montagna che nella vita si fa un'enorme fatica per salire, per arrivare dove si vuole eppoi.....eppoi quando sei in cima ti rendi conto che forse non valeva la pena, che il panorama poi non è questo granchè, che il rifugio che tanto bramavi di raggiungere è chiuso o le persone che lo gestiscono sono scorbutiche e antipatiche. Però sei felice lo stesso di averci provato, sei fiero dell'impegno che ci hai messo, la delusione c'è ma tu puoi andare a testa alta lo stesso.
E la discesa.....la discesa non è molto più facile della salita. Spesso si pensa che la discesa sia una passeggiata ed invece di tutta la camminata è quella che ti frega le gambe, specie se non hai le racchette, validi appoggi a cui aggrapparti nei punti difficili, dove rischi di cadere. Eh si, perchè se salire è faticoso scendere è pericoloso. Se si scende troppo velocemente, senza stare attenti a dove si mettono i piedi si rischia di ruzzolare giù e farsi male.
Però non c'è niente di più bello dei colori, degli odori, degli animali che se hai fortuna puoi vedere camminando in montagna. Trovarsi a tu per tu con gli occhi di un cervo è un'esperienza che tutti dovrebbero fare.
Questa per me è la montagna!!! E per voi? So che a molti la montagna non piace, io dico che molte persone non hanno avuto modo di poterla apprezzare nella maniera giusta. Voi come la vivete, se la vivete???

Resoconto dei giorni di sole......

Sono stati giorni di sole ed intensi!!!!
Eh già.....eppure non vivo alle Maldive eh!!!! Girando per i vari blog ho letto soprattutto di ponti passati a schivare la pioggia, io grazie a Dio avevo l'aureola di sole sopra mi sa perchè non ho preso neanche una goccia di pioggia.
Vero è che non ho fatto il ponte.....che chi ha fatto il ponte abbia trovato pioggia per tutti i miei improperi al dover venire al lavoro???? Mah.....
Ciò detto......grazie a tutte per gli auguri per il nostro terzo anniversario, i festeggiamenti sono stati fantastici. Mercoledì sera cenetta di pesce nel mio posto preferito, posto romantico, cibo ottimo, vino non ne parliamo. Siamo partiti da casa che il tempo minacciava ma alla fine è stato assai clemente, ci ha lasciato mangiare fuori sotto al portico con una leggera brezza. Io ero vestita bene, un golfino a coprirmi le spalle, mi sentivo una regina!!! Insomma cena ottima e dopocena fantastico!!!!
Giovedì mattina ci siamo svegliati con calma, colazione eppoi il Felino a prendere Piccola Peste ed io a fare un giretto al mercato che non posso mai vedere al giovedì. Nella cittadina vicino a casa mia ne fanno due uno al giovedì ed uno al sabato, e ci sono bancarelle diverse nei due mercati. Sicchè quelle del giovedì non le becco mai essendo al lavoro. Ho fatto il mio bel giretto da sola, ho incontrato un sacco di gente che conosco (tra cui mia suocera e mia cognata oltretutto), ho trovato una bancarella che vendeva asciugamani da ricamare ad un prezzo favoloso, che non si trova in giro. Oltretutto una bella spugna morbida. Ho approfittato per prendere due coppie, una beige neutra ed una azzurra. Quando riuscirò a ricamarli mi sa che sarà pronta anche Casadeisogni così faranno parte del corredo per la nuova casa (avendo 3 bagni serviranno eccome!!!).
Pomeriggio riposino eppoi via in bici tutti e tre, 22 km tranquilli tranquilli, Piccola Peste che andava via come un treno, temperatura ideale, proprio un bel giretto. Arrivati a casa alle 18 circa ci siamo ordinati la pizza!!!
Venerdì stendiamo un velo pietoso sulla giornata COMPLETAMENTE DA SOLA al lavoro, oltre ai colleghi mi hanno abbandonato anche tutti i clienti ed i fornitori.....mi sentivo un cagnolino sulla A4 il 15 di Agosto tanto per rendere l'idea!!!!
Sabato invece matrimonio, siamo riusciti a partire LOGICAMENTE in ritardo, io ero pronta alle 9.15, mia mamma che doveva arrivare alle 9.30 alle 9.50 ancora non era pervenuta ed il Felino (che quando si tratta di queste cose non sarebbe mai in comodo) quando è arrivata mia mamma si stava ancora sistemando i riccioli....
Arriviamo a casa di mia zia verso le 10.30, mio cugino scalpitava per partire (paura che la sposa scappasse eh???!) e insomma noi ci siamo fermati un attimo a bere un gingerino e loro son partiti. Mia cugina (sorella dello sposo) è venuta in macchina con noi che non sapevamo la strada.....alla fine ci siamo quasi persi e non dico altro. Ma per fortuna siamo arrivati in tempo utile per vedere la sposa arrivare ed entrare (abbiamo praticamente superato la macchina della sposa sul rash finale davanti alla chiesa....cose da gran premio).
Per il resto tutto da copione, solito come a tutti i matrimoni.
C'è da dire che il cibo era abbastanza buono e non c'erano millemila portate, il giusto con le giuste pause, il vino era buono. Gli scherzi che hanno fatto gli amici erano carini e non volgari. Mia mamma si è divertita anche la sera in pista assieme a mia zia, da vederle (soprattutto da filmarle sarebbe stato).
Domenica invece per smaltire tutte le calorie ingurgitate abbiamo fatto una bella passeggiatona, doveva essere un giretto ed invece come nostro solito abbiamo voluto strafare. Siamo arrivati tirando le gambe ma ce l'abbiamo fatta.
4 orette e mezza di camminata.....okkey che era su e giù per le colline e c'era parecchio falsopiano ma vi garantisco che il passo non era quello da vetrine per intenderci.
Abbiamo schivato la pioggia per 5  minuti credo perchè appena siamo ripartiti con la macchina per tornare a casa è venuto giù il finimondo.
Io sono tutta rossa su fronte e nasino comunque!!! Come al mio solito.
La sera ci siamo proprio gustati la pizza offerta dalla zia del Felino che è andata in pensione.
Insomma proprio un bel week-end, movimentato. Ultimamente non posso proprio dire di annoiarmi!!!!! Ehhh no!!!!

Tre anni d'Amore

Oggi è il nostro giorno Amore mio
Oggi festeggiamo l'inizio del nostro Amore
Perchè tutto è iniziato la prima volta che ci siamo guardati negli occhi
Perchè lì, sotto quel sole accecante, ci siamo riconosciuti
Ci siamo trovati dopo aver cercato per tanto tempo
Dopo aver cercato di plasmarci per stare dentro alle storie, per combaciare con le persone che incontravamo abbiamo trovato l'incastro perfetto.
Non abbiamo dovuto fare nulla e tutto si è incastrato perfettamente.
Ricordo ancora quella sensazione di benessere nel parlare con te, quella sensazione che a tre anni di distanza ancora mi pervade quando chiacchieriamo.
Perchè ogni tanto mentre parliamo ti guardo e penso che tutto ciò di cui ho bisogno per stare bene e dentro ai miei occhi.
Perchè quando mi accarezzi il braccio finchè pranziamo ancora mi scorre un brivido lungo la schiena
Perchè quando siamo uno dentro alle braccia dell'altro, quando siamo uno dentro l'altra nulla conta più intorno, perchè ci fondiamo e non servono parole per capirci.
Tu sei quello che mi capisce più di chinque altro, a volte anche più di me stessa anche se non me lo dici ed io penso che tu non mi capisci.....ma poi quando meno me l'aspetto mi rendo conto quanto tu capisca eccome.
Perchè a volte penso che non mi ascolti, penso di parlare per niente eppoi invece sento uscire dalla tua bocca le stesse parole usate da me, perchè so che tieni in considerazione quello che penso anche se non lo dai a vedere ma lo capisco nel momento in cui agisci e fai tuoi i miei consigli.
Perchè non siamo quelli delle grandi parole, delle grandi discussioni, perchè non stiamo ore a chiarire, perchè ci capiamo al volo e se invece discutiamo abbiamo bisogno di allontanarci (e magari mandarci a fanculo uno con l'altro) per poi ritrovarci più innamorati e coccolosi di prima, chiedendoci scusa con un bacino.
Perchè noi siamo così, così come si vede, perchè le nostre emozioni si leggono sul viso.
Perchè quando siamo con Piccola Peste ci divertiamo tanto e quando ci fa dannare e lo sgridiamo uno finisce le frasi dell'altro.
Perchè ci guardiamo negli occhi scuotendo la testa e facendo delle gran risate quando Piccola Peste ha una delle sue trovate, perchè so che mi guardi felice quando lui mi salta al collo per darmi un bacio.
Perchè quando siamo con gli amici dici con orgoglio che Piccola Peste mi cerca sempre e se non sono a casa chiede sempre di me.
Perchè sono sbadata e non me lo lascio dire e tu ti innervosisci come una biscia ma puntualmente mi perdoni tutti i danni.
Per tutto ciò e per tanto altro Ti Adoro, ed Amo la nostra storia, la nostra vita insieme.
Sono tre anni, ne pochi ne tanti, spero che saranno 30 e pure 300

Buon Anniversario Amore Mio!!!!