Un tuffo nel passato

Sottotitolo: Può l'amore di uno bastare per tutti e due?

La risposta è no naturalmente, io l'ho capito sulla mia pelle tanti anni fa, quando avevo un ragazzo che mi adorava, una persona che avrebbe fatto carte false per me, che se glielo avessi chiesto mi avrebbe portato letteralmente la luna in una mano. Eppure ciò non è bastato, il suo amore non è bastato per tutti e due, io non ero innamorata. O meglio ad un certo punto non lo ero più. Vi chiedete come sia possibile? E' possibile!!!! Ero innamorata, felice, ad un certo punto non lo sono stata più. Ho pensato che chissà cosa potevo avere, mi vedevo chiusa e costretta dentro a questo rapporto che mi soffocava (e non perchè lui non mi desse libertà eh), avevo la convinzione che avrei avuto di più dalla vita ed ho troncato.
Sabato mattina al centro commerciale l'ho incontrato e mille pensieri mi sono affiorati alla mente. Io ero con il Felino e Piccola Peste, lui con la sua compagna (o moglie non so), stanno insieme da molti anni, da un annetto dopo che ci siamo lasciati noi e so che è molto gelosa di me......non le do neanche torto visto gli sguardi che mi mandava lui. Non pensate niente di malizioso, ma mi sono resa conto che nei suoi pensieri io sono ancora oggetto dei suoi desideri, io sono ancora la sua adorata. Di me avrà sempre questa immagine, come se mi avesse messa su di un piedistallo. E non lo dico per vantarmi, non ho niente di cui vantarmi, ma la sensazione di essere stata messa su un piedistallo ce l'avevo quando stavamo insieme e l'ho ritrovata pari pari sabato.
Ci siamo scambiati due parole fugaci, ha visto Piccola Peste ed ha pensato che fosse mio figlio, ha tirato un sospiro di sollievo quando gli ho detto che non lo è (d'altronde ha 10 anni, quando lui nasceva noi ci stavamo lasciando, in 10 secondi avrà pensato che l'ho mollato perchè incinta di un altro), a mente fredda mi sono anche resa conto di non avergli chiesto tante cose tipo come stanno i suoi o se lavora ancora nello stesso posto visto che si è trasferito molto lontano ad abitare con la sua fidanzata. Mi sarebbe piaciuto chiedergli se segue ancora la passione che aveva quando stavamo insieme, L'ho visto anche felice tutto sommato, gli ho detto che sono contenta di sapere che sta bene e lui che mi trova sempre uguale, sempre simpatica, sempre io.
Nella vita tutte le scelte che ho fatto sono state valutate o perlomeno fatte di cuore per cui quando vado non mi volto indietro, non sono solita vivere di rimpianti, guardarmi spesso indietro o rimuginare sul passato ma non ho potuto fare a meno di chiedermi come sarebbe stata se non l'avessi lasciato. E' duretta da ammettere ma la storia con lui è l'unica sulla quale ancora oggi ho dei dubbi, a volte mi chiedo se davvero non ero più innamorata quando l'ho lasciato. So per certo che avrebbe fatto l'impossibile per rendermi felice, sono convita che ora sarei sposata ed avrei almeno un paio di bambini. Perchè lui queste cose le voleva, ed io a 25 anni invece avevo solo in mente di mordere la vita, di vivere esperienze, di andare. Forse non ero non innamorata, forse lui non era arrivato nel momento giusto, anzi forse era arrivato nel momento giusto ma  poi ad un certo punto la sua strada continuava diritta e la mia aveva curve e tornanti da fare per portarmi dove sono ora.
Io sono profondamente convinta che ci si innamora della persona anche per il momento in cui la si incontra.
Mi spiego meglio......credo che la stessa persona di cui ci innamoriamo se l'avessimo incontrata in un altro momento della vita non ci avrebbe fatto lo stesso effetto, non ce ne saremo innamorate e forse la storia per motivi xyz sarebbe andata diversamente.
Io credo che se questa persona l'avessi incontrata in un altro momento, quando avevo un'altra maturità sarebbe stata diversa la storia. Magari sarebbe andata male lo stesso chi lo sa, o forse in un rapporto così sarei stata bene. Eppure.....eppure sono quella che sono per quello che ho vissuto, anche per quella storia vissuta così e lasciata andare. Eppoi.....si forse avrei avuto una vita più "facile" più "lineare" avrei fatto tutte le cose in regola, non avrei vissuto l'esperienza di incontrare un padre single, l'entrare in contatto con un bimbo non mio, doverlo curare senza essere la sua mamma e tutte le emozioni che ne conseguono. Non sarei ricca di questi sentimenti se avessi vissuto la vita piatta e regolare che già mi figuravo. A volte bisogna anche tornare indietro ed elaborare le scelte fatte per capire se sono state le migliori. Nell'abbraccio del risveglio di ieri mattina col Felino, nei "massaggi" alle gambe stanche che mi faceva Piccola Peste ieri sera sul divano capisco che non potevo fare scelte migliori. Ho una vita complicata, che a volte mi fa scendere una lacrima, ma non la cambierei con la vita di nessun altro. L'amore del mio ex non bastava per tutti e due al tempo della nostra storia e non basterebbe neanche ora!!!

10 commenti:

  1. Ciao Mere, credo capiti a tutti di tirare le somme di un passato che ti ha regalato cose belle e brutte. Anche a me capita di pensare che se avessi accettato la corte sfrenata di Cyrano, ora starei meglio, quanto meno economicamente. Mi capita anche di riflettere sul mio matrimonio, dove io non avrei avuto di sicuro difficoltà a livello economico, avrei avuto la mia casa, ma non sarei stata felice. Alla fine devi pensare che, se ad un certo punto della tua vita hai fatto una scelta anzichè un'altra, è perchè era la cosa giusta da fare in quel momento. Se tutti noi sapessimo cosa ci riserva il futuro, nessuno sarebbe mai triste o in difficoltà, ma allora ci perderemmo anche le cose belle che arrivano, quelle non programmate, come un massaggio da un bimbo che non è il tuo, ma che ti ama in ugual modo!

    RispondiElimina
  2. Sarebbe lunghissimo commentare il tuo post e , porca paletta, il tempo non basta mai per fare le cose come vorrei...
    Diciamo che c'è una persona nella mia vita, o, meglio, che non ne è mai uscita, che ha un po' l'approccio che ha il tuo ex con te. Da canto mio, anche se ti posso dire che lo adoro, non ho mai avuto dubbi in senso lato, perchè obiettivamente non credo sarebbe mai potuto essere la persona giusta per me. Non siamo stati realmente insieme, se non qualche bacio qua e là e .. una notte insieme quasi venti anni fa (OH MIO DIO SONO VECCHIA).

    Sul "sarà stato il momento sbagliato" è vero che a volte la sorte è beffarda, ma io, da incredibile romantica, ti direi che se non è andata avanti allora non doveva essere LUI.
    E che il felino era da qualche parte su questa terra ad aspettarti...

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Anche io credo che il momento sia un elemento fondamentale per innamorarsi di una persona...assolutamente lo confermo avendolo provato sulla pelle!!!
    Però come hai giustamente detto...sei così bella e ricca di sentimenti e di esperienze Mere, che grazie al cielo è andata così :)
    magari nell altro caso sarebbe stato tutto piu lineare? magari...ma nn saresti la Mere di oggi e io credo che tu sia bellissima così :)

    RispondiElimina
  4. @Libby: credo proprio che sia per queste cose non programmate che vale la pena di vivere, credo di aver fatto certe scelte nella vita proprio perchè mi mancava e volevo "l'effetto sorpresa", col mio ex mi ero già vista passare davanti tutto il futuro, come un film già scritto e mi sono ribellata. A conti fatti rifarei 100 e 100 volte la stessa scelta!!!! ^__^

    RispondiElimina
  5. @Terry: anche la mia parte romantica pensa che il Felino fosse là fuori a vivere la sua vita che lo avrebbe portato tra le mie braccia, ad incontrarci. Infatti avremmo potuto conoscerci mille volte frequentando gli stessi posti ed invece è successo quel 1° Giugno, sotto il sole cocente, distanti da casa, dove non avremmo mai pensato...... E proprio come te forse quello che non mi andava giù era proprio stare su quel piedistallo, siamo fatte di carne e sangue noi!!!!

    RispondiElimina
  6. @Cene: grazie tesoro, ma che belle parole mi hai detto, mamma mia ti giuro che mi hai fatto commuovere. Non credo di essere così splendida o speciale, lo dico senza falsa modestia. Sono convinta anch'io che chi nella vita ha avuto sempre la "pappa pronta" non ha la stessa sensibilità di chi invece ha superato parecchie difficoltà. Volevo una vita piena ed ho fatto le mie scelte di conseguenza. Sono felice di quello che ho e di quello che ho ottenuto e fiduciosa di quello che mi riserverà il futuro!!! Tutto da vivere!!! Un abbraccio, sei dolcissima!!!!

    RispondiElimina
  7. ma figurati :) è quello che traspare da quello che scrivi... :) ho solo detto la verità :)
    Anche io penso che le strade più in salita rendano le persone molto diverse, certo chi nn vorrebbe qualche volta che tutto fosse più facile? è normale...ma alla fine come te, ne ho passate, che mi hanno reso ciò che sono...nn dico speciale, ma sicuramente senbile a tante sfumature, che magari nn avrei visto se fossi stata diversa...e allora benvengano anche le salite senza ombra di dubbio :)

    RispondiElimina
  8. Forse meno romanticamente io ti dico che secondo me spesso il Destino mette equilibrio spostandoti da ciò che non è adotto a te o non lo è più...è il mio caposaldo di vita la teoria degli equilibri...:)

    RispondiElimina
  9. @Cene: infatti delle volte mi capita nei momenti di sconforto di chiedermi perchè a me non è stata riservata una vita più facile, una vita come gli altri, quelli che fanno tutto secondo regola ecc.....eppure....alla fine preferisco la mia vita!!! Certamente tu sei una persona sensibile e dolce anche per quello che hai vissuto!!!

    RispondiElimina
  10. @Violetta: l'equilibrio è fondamentale, non so se sia il Destino a riportare equilibrio o se siamo noi che cercandolo continuamente facciamo scelte che ci fanno stare meglio....

    RispondiElimina

E voi cosa ne dite?