Il dolore non si sceglie....si vive.....

Perchè non si sceglie di soffrire, si vive il dolore e basta, non si può decidere di non sentirlo il dolore, arriva da solo e non ci puoi fare nulla, va contro ogni razionalità. E l'unica cosa che si può fare è cercare di superarlo come meglio possiamo......

E' stata una settimana intensa, fatta di sentimenti ed emozioni altalenanti e contrastanti.
A cominciare da lunedì, come ogni volta che torno da mio padre c'è qualche novità. Quella scoperta lunedì è stata la gravidanza della figlia della sua compagna, nonchè padrona della casa che era di mio padre e prima ancora di mio nonno, la casa dove sono nata io. Quella casa che mio padre si è mangiato a debiti e che lei si è comprata per una cifra modica dandogli modo di pagare i debiti e che non finisse all'asta. Ebbene si questa è l'ultima cosa grave che mi ha fatto mio padre, la cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso, ha perso la casa dei miei nonni, l'unica cosa che mi avrebbe lasciato visto che altro non ha mai avuto e aiuti nella mia vita non me li ha mai dati. E non è tanto per il valore in se della casa, e non è per gli aiuti perchè alla fin fine me la sono sempre cavata da sola ma perchè le cose ho dovuto saperle per vie traverse, quando era ormai troppo tardi per correre ai ripari per me che ho solo le mani per lavorare. Ce l'ho perchè questa cosa mi ha fatta soffrire e tanto e lui anzichè chiedermi scusa e dirmi che si sentiva un verme voleva addirittura avere ragione ed accusava tutti fuorchè se stesso dei suoi errori. Quella casa aveva un valore affettivo per me, quella casa era la tranquillità di sapere che se anche fosse successo qualcosa lui avrebbe avuto un tetto sulla testa ed io sarei stata serena.
Ed invece volete sapere com'è andata? Che lui non mi ha parlato per mesi e mi sono dovuta riavvicinare io. E' successo che tutti ora vivono felici in quella casa, dove io non vado quasi più, che hanno fatto lavori e creato due appartamenti, è successo che lei (la padrona di casa) ha concepito così per sbaglio (eh sempre così eh) ed ora sono tutti amore e picci picci.
E sono onesta mi ha fatto rabbia, e quel dolore che dimentico quando sono lontana dal loro mondo mi ha avvolto dinuovo, mi ha colpito ancora una volta.
Perchè SI, sono una persona cattiva e vorrei che non gli andasse tutto così bene, è un reato?
E non posso scegliere di non starci male, perchè non posso fregarmene, perchè fa presto il Felino a dirmi "fregatene e non guardare loro, fai la tua vita" perchè non si sceglie il dolore, il dolore si prova e lo si vive sulla propria pelle.
Passato qualche giorno sto già meglio, perchè non lo vedo e non lo sento e sono distante, più passeranno i giorni e meno sentirò quel dolore difficile da mandare via, quel magone fermo in gola che non scende, fino al prossimo giro, fino a quando ancora cercherò di tenere i rapporti, nonostante sappia che ogni volta che lo vedo tutto il dolore torna a battere nel mio cuore.

Il dolore non si può scegliere.......stanotte è morto il papà della moglie di un nostro caro amico toscano, lo stesso amico che ci ospita ogni volta che andiamo giù.
A lei è morta la mamma da tanti anni, le era rimasto solo il papà, ha una sorella che si è fatta la sua vita e non si è mai preoccupata di aiutare sta ragazza che invece ha sacrificato gran parte della sua per stare dietro  al papà. La ragazza ha fatto aspettare il suo uomo 16 anni prima di sposarlo, prima di decidersi a crearsi una sua nuova famiglia, ha rischiato che la storia finisse, si sono anche lasciati ed una volta tornati insieme e deciso di sposarsi scoprono che il papà di lei è malato di tumore, già così grave da non lasciare scampo.
Il matrimonio però almeno stavolta non salta, ma sti ragazzi sono due anni che vivono col padre di lei e lo vedono peggiorare ogni giorno che passa, ancora non riescono a vivere la loro vita di sposini, di coppia, di famiglia.
Ma non importa perchè l'importante è far vivere al meglio il papà di lei.
La situazione negli ultimi tempi era peggiorata tanto tanto tanto e stanotte è mancato.....stamattina il mio amico mi ha detto che perlomeno ha smesso di soffrire ma ora comincia la parte peggiore perchè lei sarà difficile che si riprenda, ci vorrà tanto tempo.
Il dolore non si sceglie, arriva e lo senti e basta, nonostante tutta la razionalità, nonostante una persona sia preparata non lo è mai abbastanza, nonostante si pensi che stava soffrendo non si può fare a meno di sentire il vuoto, di sentirsi persi, di ritrovarsi soli al mondo (anche se una famiglia nuova ce l'ha era l'ultimo legame di sangue....a parte la sorella che è come se non ce l'avesse praticamente).
Il dolore si vive, ti colpisce e puoi solo cercare di andare avanti un pezzetto alla volta, superarlo e metabolizzarlo.....


20 commenti:

  1. Mia cara davvero mi spiace, hai ragione in tante cose che dici e in tutta sincerità anche a me fanno una rabbia quelli a cui tutto va bene senza muovere nemmeno un dito...xò guarda stai serena perchè tutto poi tende ad un equilibrio e alla fine forse sarai tu a guardare tutti dall'alto...un abbraccio...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle parole cara, mi fanno un gran bene. Anch'io cerco sempre di convincermi che la vita sia una ruota e che prima o poi tutto torna indietro anche il male fatto....un abbraccio!!!

      Elimina
  2. Mi dispiace che stia vivendo questa brutta situazione personale con il tuo papà. E mi dispiace per tutto il resto. La vita ci chiede di andare avanti, ma a volte è dura, durissima e sembra non ci sia via di sbocco tanto che ci chiediamo che senso abbia vivere in questa maniera. Tu stai attraversando un momento difficilissimo. Non ci sono parole per consolarti. Ti dico solo che hai tutta la mia solidarietà. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Speranza, avevo davvero bisogno più che altro di buttarlo fuori questo dolore, io vado avanti con la mia vita ma purtroppo è una ferita sempre aperta e non appena torno in contatto con quella situazione il dolore si fa sentire nuovamente.....passerà prima o poi, ora guardo solo alle cose belle che ho.

      Elimina
  3. è vero! Il dolore non si sceglie, ti colpisce e lo vivi!
    Però voglio pensarla come violetta, perchè anche io provo rabbia per chi ottiene le cose senza sacrificio, senza lottare e spero per davvero ce prima o poi ci sia un equilibrio...lo spero proprio
    E ti abbraccio! STretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie stellina!!!! Anch'io ci spero tanto e se così non fosse fa niente....io vado fiera di me stessa e stop!!!

      Elimina
  4. ho letto tutto d'un fiato, ti sono molto vicina per la storia di tuo padre, a me e' capitato cn la mamma, rabbie e riavvicinamenti ecc...però capisco tutti i tuoi sentimenti, altalentanti,l'amore ma anche la delusione, la rabbia, il vedere che chi merita meno ha di più (e' spesso così)...ti sono vicina e ti auguro solo di realizzare al più presto il tuo sogno, lo meriti e vedrai che ti ripagherà un po', mi dispiace molto e ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che tu mi capisci Lavinia, a volte penso che il nostro desiderio sia anche in un certo senso un desiderio di rivalsa su quello che la vita ci ha fatto passare, non solo quello ovviamente perchè non possiamo caricare di troppe aspettative una personcina che ancora non c'è però io sono sicura che colmerà quel vuoto nel cuore lasciato da chi ci doveva proteggere ed amare ed invece ci ha fatto del male!!! Un abbraccio a te!!!

      Elimina
  5. Mi dispiace per come ti senti, capisco le tue sensazioni riguardo alla casa, mi ricordano la rabbia che ho provato quando i ladri hanno rubato i gioielli di mia nonna (3 cose in croce ma era tutto ciò che rimaneva) anche un po' per negligenza dei miei... Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si a volte davvero brucia più l'aver perso il valore affettivo che il valore vero e proprio dell'oggetto. Diciamo solo però che nel mio caso non è venuto nessuno a rubare....ci ha pensato da solo mio padre a perdere tutto......grazie dell'abbraccio me lo prendo tutto!!!! ^__^

      Elimina
  6. Credo sia la prima volta che leggo un post così sofferto da parte tua. Sicuramente è la prima volta che ti sento soffrire, perchè si sente sai Mere. Sembra strano ma si sente. E mi dispiace infinitamente. Per la persona che è mancata lasciando un vuoto, ma specialmente per te, per la situazione con tuo padre e per il fatto che si vede sempre la luce nella vita degli altri e cose che magari avresti voluto per te. Lo capisco. Mi spiace tanto amica mia. Ti lascio un caldo abbraccio. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è una cosa che mi fa soffrire tanto, perchè paradossalmente non è il fatto che i miei si siano separati che mi ha fatto soffrire ma soprattutto che mio padre mi abbia in un certo senso "accantonato". Ho sempre pensato che prima di tutto vengono i figli una volta che li hai, davanti non ci passa nessuno e mio padre invece mi ha messo all'ultimo posto della lista. Con la bocca dice di volermi bene ma non è mai stato un padre come lo penso io. Ed è un nodo che non si scioglie, che forse non si scioglierà mai ed ogni volta che ne parlo o che ci penso mi fa male....ho la speranza che un giorno sarò in pace anche con questa cosa. Ti voglio bene!!!

      Elimina
  7. non posso che lasciarti un forte abbraccio, ho come la sensazione che qualsiasi cosa io possa dire sia troppo scontato o perfettamente inutile.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry tu non sei mai scontata credimi, comunque mi prendo tutto il tuo abbraccio e sono strafelice che tu sia tornata a leggermi!!! Ti voglio bene!!!

      Elimina
  8. hai proprio ragione e purtroppo c'è poco da dire. Mi dispiace per come ti fa sentire il rapporto con tuo padre, ti capisco bene. Mi dispiace che ci siano persone a cui la vita non regala mai nulla ed altre a cui è tutto facile anche se non lo meritano.
    Passerà e intanto ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luna cara grazie!!! Mi prendo anche il tuo abbraccione, che quelli fanno benissimo, la vita mi regala serenità, mi ha regalato il Felino, tanto amore intorno, delle amicizie sincere. Sento che mi ha regalato comunque tanto, altre cose me le dovrò guadagnare certo ma ce la farò!!! Un bacione

      Elimina
  9. Posso solo mandarti un abbraccio virtuale!!!

    RispondiElimina
  10. Un abbraccio e un bacione grande!!!!!

    RispondiElimina

E voi cosa ne dite?