Aiuto!!!!!

E così oggi sono andata in crisi, per l'ennesima volta, arriva così all'improvviso che non controllo le emozioni, reagisco male eppoi sto male tutto il resto del tempo finchè la mia mente si distrae e si immerge in altro.
Sono andata in crisi dopo l'ennesimo annuncio di due nuove panze. Il Felino mi ha candidamente annunciato che due coppie avranno bimbi, una ne ha già due e l'altra una bimba e vanno avanti con la procreazione.
E così non ce l'ho fatta e sono sbottata con un "e quando toccherà a me???? quando viene il mio turno", lui si è messo a sdrammatizzare ma io proprio non ce l'ho fatta.
"Sono stanca" ho detto, lui mi aveva accennato alla possibilità di cominciare a provare dopo l'approvazione del progetto, ora porta avanti chiedendomi di aspettare che comincino i lavori. Così gli ho risposto "certo.....e quando i lavori saranno a metà aspettiamo che ormai finiscano, poi aspettiamo di vendere la casa, poi aspettiamo che ci sistemiamo eppoi........eppoi saremo troppo vecchi"
Sarebbe ora che prendesse la decisione almeno di provare....ma cavoli!!!! Anche supponendo di avere la botta di culo che resto incinta al primo colpo comunque passano 15 mesi tra gravidanza e a casa dal lavoro.....vuoi dirmi che le cose non vanno avanti intanto??? dio santo.....a me sembrano solo tante scuse e davvero non ne posso più.
Il mio collega mi ha consigliato di decidere con il Felino una data massima, dopo di quella si prova che sia quel che sia di casa ecc.
Ma temo che da parte del Felino ci sia talmente tanta paura che tutto quello che mi mette davanti come "impedimento" lui lo usi come scudo per qualcosa che non sente lui.
 E vi prego non mi dite "ma lui ha detto che NON lo vuole MAI?" NOOOOOOOO abbiamo già chiarito sto punto a suo tempo, era condizione ESSENZIALE per stare insieme che lui volesse figli.
Io capisco le sue posizioni, soprattutto posso capire tutti i suoi timori e le sue paure, capisco che sia rimasto scottato e ferito dall'esperienza con Piccola Peste e soprattutto con la Iena. Ma io non sono lei, la nostra storia è differente, abbiamo dei progetti insieme ed  un figlio può solo completare il quadro non certo distruggerlo.
Ma perchè lui non capisce? Perchè non MI capisce? Io accetto il fatto che lui non voglia farlo solo per far contenta me ma vuole essere convinto ma che devo fare perchè lo sia?????
Coooooosaaaaaaa??????????????????? Non c'è nessuno che si è trovato nella mia situazione? Qualcuno che mi sappia dire cosa fare??????
Sono così stanca..........

7 commenti:

  1. sinceramente non so cosa dirti...io ho il tuo stesso problema ma per quanto riguarda il matrimonio. percio' non so proprio cosa consigliarti...:(((mi dispiace...

    RispondiElimina
  2. Fa niente Poggy, forse dovremmo prendere sti uomini e rinchiuderli da qualche parte e farli lobotomizzare almeno poi farebbero quello che desideriamo....ma poi non sarebbero più gli uomini che abbiamo scelto....che dilemma....

    RispondiElimina
  3. Ciao Tesoro, ma mi dispiace sentirti così. Capisco (almeno credo di capire, io non ci sono passata) ma non devi, però, entrare nel loop "NO-PANZA" già ora che non avete ancora cominciato a provare.

    Un figlio è la cosa più bella che la vita ti possa dare. Per me Matilde è SENZA IL MINIMO DUBBIO l'amore più grande della mia vita.
    NON SCHERZO. Non me ne voglia mio marito, ma non c'è paragone.
    Non c'è nessun'altra cosa più importante.
    Io per Matilde mi ammazzerei senza manco pensarci due volte.

    Però è anche qualcosa di MOLTO impegnativo. MOLTO più di quello che tu pensi, nonostante il training di piccola peste. E te ne rendi conto solamente se e quando ce l'hai. Non per fare la predica a nessuno, ma è così.
    Prima non puoi capire davvero.

    Se lui non se la sente, non forzargli troppo la mano. Certo, il suo atteggiamento è snervante. Ti do ragione su questo. Continuare a rimandare non è nemmeno giusto, se gli accordi presi erano diversi.

    Ma sta' molto attenta che non diventi, la sua, una decisione presa solo per accontentarti (non ti dico il farlo in assoluto, quello ce lo hai già detto che anche lui lo vuole, ma il farlo PRIMA del previsto).
    Perchè a quel punto alla prima difficoltà (E CON I FIGLI CE NE SONO MOOOOOOOOOLTE PIU' DI QUELLE CHE PENSI) a lui peserà di non avere aspettato. Anche se non c'entrerà niente con il caso concreto.

    Ti abbraccio.
    Terry

    RispondiElimina
  4. la penso un pò come Terry, sono situazione davvero molto delicate...e bisogna sapersi muovere probabilmente...p un pò camminare sul cristallo...è giusto che tu nn ti tenga tutto dentro, ma forse devi dirlo con molto tatto perchè potresti rompere qualche bicchiere...nn è per niente facile...e nn è facile trovare una cosa intelligente da dire...io consiglio sempre di parlare parlare parlare...anche a costo di sfinirsi e di avere queste crisi...alla fine sono certa che il dialogo sia sempre la migliore medicina...e spero davvero di cuore che questa situazione si sblocchi cosi da se, senza dovere pensare troppo...sarebbe davvero l ideale!!!

    RispondiElimina
  5. io credo che un figlio si debba fare quando nessuno dei due ha il benchè minimo dubbio-paura o rimostranza a riguardo.anche se lo vorresti subito o fra un mese o se secondo te sta passando troppo tempo.un figlio è bello,è l'amore che si concretizza,è la cosa + forte del mondo ma...è anche difficoltà...dure da affrontare se si è pronti impossibili se non lo si voleva(non in assoluto ma non ancora).io capisco te ma capisco anche lui...e forse ha ragione a non volerlo fare solo perchè il tempo corre......deve - dovete farlo quando ENTRAMBI VE LA SENTITE.INSIEME.è una di quelle cose in cui chi è,casomai,pronto prima deve aspettare l'altro.non ci sono cazzi.è ancora PEGGIO del matrimonio è una cosa che ti STRAVOLGE,pur in positivo,LA VITA..e se non è pronto a farsela stravolgere TU NON PUOI INSISTERE.prenderlo x sfinimento,x farti felice,x vederti sorridere saREBBe,a mio parere,solo L'INIZIO DELLA FINE.stai serena...in fondo state insieme da poco e non sei cosi vecchi da avere le ovaie in scadenza..io capisco il tuo desiderio,giustissimo per carità,ma ORA LUI NN è PRONTO.non insistere,nn premere...è una cosa CHE DEVE PARTIRE DA DENTRO.A LUI COME A TE.

    RispondiElimina
  6. Mi spiace ma pur rispettando le loro idee, non sono d'accordo con le amiche qui sopra.
    E' giusto rispettare le idee di entrambi, ma in questo caso mi pare di capire che si rispetti solo quella del Felino ed ho timore che i suoi dubbi e paure siano solo dettati dal passato, ma tu non sei lei e lui non è con lei. Io posso cercare di capirlo, ma tu non hai più 20 anni Mere e te lo dice una che ha rimandato e rimandato e che adesso si sta mangiando anche i gomiti per aver aspettato.
    A Terry dico questo, senza alcuna cattiveria... noi donne che non abbiamo figli, non abbiamo idea dell'impegno che possano portare e dei sacrifici che si debbano fare, ma VOI mamme, non avete idea di cosa significhi desiderare un bambino e non poterlo avere.... un bacio a tutte!

    RispondiElimina
  7. Terry ha scritto esattamente quello che ti avrei detto io.
    Mi rendo conto del grande desiderio di maternità tuo, ma capisco anche lui se in questo momento non se la sente e soprattutto penso che forzare la mano non vada mai bene.
    Non so cosa consigliarti per far si che lui superi questa "paura".
    Parlatene magari ancora con calma, ma senza ultimatum o scadenze.
    Un abbraccio
    Unica cosa non

    RispondiElimina

E voi cosa ne dite?