La Leche League

Dunque dunque.....
Martedì sera c'è stato l'incontro con La Leche League, ossia la lega del latte che promuove e spiega l'allattamento materno.
E' un'associazione di mamme, a livello addirittura internazionale (io pensavo fosse solo in Italia), che si mettono a disposizione per aiutare chi ha piacere di allattare al seno.
Spesso e volentieri le ho sentite chiamare le "Tettalebane" e questo mi ha fatto sempre molto ridere, effettivamente pensavo di trovarmi davanti martedì sera delle invasate dell'allattamento a tutti i costi, con ragazzini prossimi alla maturità ancora attaccati al seno.
Ed invece devo dire di essermi notevolmente ricreduta e di aver apprezzato tantissimo l'incontro.
Tanto per cominciare la relatrice era simpaticissima, fuori come  un balcone. Non è un dottore ma una "semplice" mamma di 4 figlie (ormai grandicelle), tutta sprint e che ci ha finalmente parlato con termini comprensibili a tutte.
L'incontro era "allattamento al seno teoria e pratica", effettivamente poi essendo poco il tempo abbiamo fatto solo la pratica (ci hanno dato un bambolotto che ridere) e nel frattempo ci spiegava la teoria.
Devo dire che ci ha dato parecchie informazioni importanti, sia sul meccanismo che fa in modo che possiamo allattare sia sulle varie posizioni ed i vari trucchi per capire se la "sanguisuga" sta effettivamente mangiando oppure se si sta solo coccolando (e questo va bene soprattutto i primi tempi quando vengono le paranoie del tipo "ma starà mangiando?").
Ha sfatato vari miti e soprattutto ci ha dato tre principi base da portare sempre con noi

1) allattare dev'essere un piacere, se fa male c'è qualcosa che non va e dev'essere risolto
2) tutte tutte tutte possiamo allattare, l'importante è essere supportati ed avere qualcuno a disposizione per capire in cosa si sbaglia e come fare per risolvere, tutto è recuperabile per cui anche un allattamento che non è iniziato bene per x y motivi può sempre andare meglio
3) prima la salute del bambino e della mamma......se il bambino non cresce e se è in pericolo non bisogna accanirsi, però sempre per il punto due non è detto che anche se si interviene per normalizzare la situazione poi non si possa allattare al seno.

L'importante è che dobbiamo provare piacere a nutrire il nostro cucciolo altrimenti è un circolo vizioso ed il latte non scende!!!

Ci ha poi spiegato le varie posizioni e come mettersi per andare bene ad allattare, per fare in modo che il bimbo non si addormenti, ci ha spiegato che inutile tenere attaccato un bimbo un'ora specie i primi giorni perchè non è vero che mangiano un'ora, non hanno proprio le forze per ciucciare un'ora ed il colostro sono gocce. Meglio attaccarlo 5 minuti alla volta ma spesso in modo che il latte arrivi.

Queste sono le cose che ricordo di più dell'incontro però ho intenzione di leggermi anche il loro libro.
Mi è piaciuto davvero tanto l'approccio e spero con il cuore di riuscire ad allattare la mia bimba, mi consola il fatto che se dovessi avere difficoltà prima di arrendermi ho chi è a disposizione per darmi un aiuto a superare il momento.

Eppoi cosa FONDAMENTALE ci ha ribadito che TUTTO PASSA!!!
A volte si è talmente presi dal momento buio che non si riesce a vedere le cose in prospettiva e si finisce col cadere nel baratro, bisogna tenere sempre presente che si tratta di FASI  e che passano, se non immediatamente ma passano e ce la si può fare!!

Domani grande giorno mamma mia che emozione!!! Vedremo quanto grande è diventata la nostra principessa da agosto. Stavolta gaudio magno viene anche Piccola Peste a vedere la sorellina!!!
Abbiamo avuto la "concessione" di farlo uscire da scuola un'oretta prima (è o non è il Felino il Padre ecchecavolo!!!) così all'una e mezza viene anche lui.
Credo che sarà una bellissima esperienza, tanto per cominciare non ha mai visto un'ecografia eppoi serve sicuramente a metterlo ancora più in contatto con la sorellina che sta arrivando.
Sicuramente dall'inizio ad oggi le cose sono cambiate ed ora è felice anche lui che arriva la sorellina, ora le parla, mi dà i baci sulla pancia, devo dire che non mi aspettavo che le cose andassero così bene e secondo me questo ulteriore passo lo aiuterà ancora di più!!!

Felicità!!!

BUON GIOVEDI' STELLE!!!!

30+4

16 commenti:

  1. anche io ne ho sempre sentito parlare come delle psicopatiche invasate della tetta.. ma magari chi lo diceva ha avuto davvero una consulente del genere... boh!!

    che onore che viene anche PP.. ma mi sembra decisamente una bella cosa :-) speriamo che anche il "dopo" lo viva bene.. anzi che glielo facciano vivere bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si forse dipende molto dalla consulente che uno si ritrova, fortunatamente quella della nostra zona mi sembra veramente la persona più serena del mondo, non l'ho trovata "invasata". Ero partita davvero prevenuta e mi sono dovuta ricredere!!! Eppoi l'ho trovata davvero una persona alla mano, concreta e non ci ha raccontato favolette, ha smitizzato tante cose ma ha cercato di infonderci soprattutto fiducia in noi stesse!!!
      Per PP spero anch'io che viva bene il "dopo" noi ce la metteremo tutta, come ce l'abbiamo messa in questi mesi ad essere più naturali possibili, a coinvolgere sempre tutti, brioscina compresa, nella nostra vita. Lei è già con noi, anche se al momento solo dentro la mia pancia, ma è coinvolta in tutte le nostre attività!!!!

      Elimina
  2. Anch'io spero davvero di riuscire in questa missione anche il nostro incontro sull'allattamento è stato molto bello ed è per questo che mi dispiacerebbe un po' non riuscirci... Domani fai la flussimetrica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ha entusiasmato così tanto che ora sono più convinta di provarci con tutta me stessa....poi magari mi ritrovo che non mi piace ma spero davvero di no.....Non so se si chiama flussimetrica l'eco di domani, so che è l'eco del terzo trimestre, l'ultima prevista dove ti dicono anche quanto pesa più o meno e prendono tutte le misure e, se abbiamo fortuna, ce la fanno vedere pure in 3D!!!!!

      Elimina
  3. E io felicissima per te!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. io non ci sono riuscita....ma il mio è un discorso a parte...due gemelli, rimasti in ospedale 15 giorni ed io che potevo vederli solo un ora al giorno...poi non si sono attaccati più e c'ho provato eccome se c'ho provato...alla fine la dottoressa mi disse di non farne un cruccio, i bimbi erano piccolini e dovevano crescere...quindi mi sono arresa al latte artificiale....pero' in 15 giorni di ricovero me lo tiravo e già ne veniva fuori pochissimo....ma almeno ho avuto la soddisfazione di darglielo...anche se quel poco per poco.....


    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma infatti è lo stesso discorso che faceva la mamma della lega del latte, ovviamente ci sono situazioni in cui diventa difficile se non impossibile far partire un allattamento, ovviamente i tuoi bimbi non hanno potuto stare con te da subito pertanto il processo non ha avuto inizio ma come diceva lei non bisogna sentirsi in colpa e prima di tutto viene la salute del cucciolo per cui via di latte artificiale che grazie al cielo esiste!!!! Baci baci

      Elimina
  5. Si, le Tettalebane sono in gamba, pure io ho avuto questa impressione: mi hanno aiutata nel momento in cui credevo di non avere abbstanza latte ed ero tutta un pasticcio di ormoni e paranoie, e a loro saro' sempre grata :-)
    Sono ncontenta di leggere che procede tutto bene :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sfolli bella mia ciao!!!! Che bello ritrovarti!!! In effetti la cosa che mi ha confortato più di tutto è stata proprio la disponibilità offerta che credo sia un gran puntello nel momento del panico totale da "oh mio dio e adesso cosa ci faccio io con questo fagottino urlante?"!!!! Un bacione bella, vi farò sapere com'è andata l'eco!!!!

      Elimina
  6. Davvero un incontro molto interessante :-)
    E aspettiamo i racconti di PP e l'ecografia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiornerò di sicuro!!! Incrociatissima eh!!!

      Elimina
  7. Non posso commentare un post così... ma non posso nemmeno non commentare ti pare? Così dopo la lettura interessante (ma per me inutile al momento :-)) commento l'ultima parte... felice che PP si sia sinsavito, speriamo si esalti ancor di più con l'eco. Poi fammi sapere eh!
    Baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo molto felici anche noi, quando gli abbiamo proposto l'eco subito ha detto di no perchè non poteva saltare la lezione di ginnastica.....c'eravamo rimasti male ma d'altronde ricordiamo che un bimbo di 11 anni non ha certo le nostre priorità....poi ha scoperto che aveva sbagliato giorno e che non aveva ginnastica e poteva saltare qualsiasi altra lezione ed è stato felicissimo di venire con noi!!!! Bello bello!! Ti faccio sapere di sicuro!!!! Un bacione bella

      Elimina
  8. Tutti i maschi sperano di avere una sorellina da coccolare e proteggere, io credo che alla faccia di mammà a PP il lieto evento servirà moltissimo a fare scatti di crescita...congratulazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PP sinceramente voleva un maschietto anche se ormai la differenza d'età è così alta che anche fosse stato maschio difficilmente avrebbero potuto giocare insieme....sono sicura che si godrà la femminuccia eppoi così non sarò più in svantaggio ahahahahah Sono convinta anch'io che gli servirà molto vederla coi suoi occhi, vedere che non è solo un'entità ma una bimba che vive dentro la mia pancia......alla faccia di chi ci remava contro!!!

      Elimina

E voi cosa ne dite?